Lunedì 16 Maggio 2016 - 14:30

Andria, ennesima aggressione alla madre: 31enne arrestato

Prima di essere bloccato, l'uomo ha cercato di fuggire sul tetto del palazzo, minacciando poi di suicidarsi lanciandosi nel vuoto

Andria, ennesima aggressione alla madre: 31enne arrestato

La polizia di Stato ha arrestato ad Andria, in flagranza di reato, un uomo di 31 anni per maltrattamenti in famiglia e violazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, sua madre. La polizia è intervenuta in un'abitazione in centro città, a seguito della richiesta della donna vittima dell'aggressione. Il 31enne, figlio della donna, stava cercando di entrare in casa sfondando a calci la porta d'ingresso.

Gli agenti hanno individuato l'aggressore nella rampa di scale del condominio e l'uomo ha cercato di fuggire sul tetto del palazzo, minacciando poi di suicidarsi lanciandosi nel vuoto. Il 31enne è stato però bloccato. L'uomo era già sotto la misura cautelare di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla madre e più volte era stato tratto in arresto per lo stesso reato. L'ultima appena due giorni prima. Il 31enne è stato trasportato alla Casa Circondariale di Trani.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana

REALI DI SAVOIA

Vittorio Emanuele III in Italia, la comunità ebraica contro il rientro: "Fatto inquietante"

La salma, partita da Alessandra d'Egitto durante la notte, è arrivata al santuario di Vicoforte

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere