Lunedì 25 Luglio 2016 - 07:15

Bomba ad Ansbach: 12 feriti, l'attentatore fedele all'Isis

Esplosione fuori da un concerto: morto l'assalitore, un 27enne siriano. Lo Stato Islamico rivendica l'attacco

Ancora terrore in Germania, esplosione ad Ansbach: morto attentatore, 12 feriti

Un attentatore suicida si è fatto esplodere, ieri sera, dopo essere stato allontanato da un festival musicale in Germania, in un locale nel centro di Ansbach, città di 40 mila abitanti in Baviera. Si tratta di un 27enne siriano a cui era stato negato l'asilo e che aveva registrato sul telefono alcuni video dove minacciava alcuni attacchi. Nell'esplosione sono rimaste ferite 12 persone di cui 3 in modo grave. Il ragazzo aveva giurato fedeltà ad al-Baghdadi e oggi l'Isis ha rinvedicato l'attacco.

Nell'abitazione dell'attentatore sono stati trovati altri materiali per la fabbricazione di bombe artigianali, una tanica con liquido infiammabile, acido cloridico, alcol puro, un saldatore, cavi e batterie. Almeno 2.500 sono state evacuate dal locale che ospitava l'evento. Testimoni hanno descritto che ad esplodere è stato lo zaino dell'uomo. Secondo gli inquirenti legare l'azione all'estremismo islamico è pura speculazione. Il ministro dell'Interno bavarese, Joachim Herrmann, non esclude però la possibilità che l'attacco di ieri sera a Ansbach, che ha provocato 12 feriti e un morto, possa essere di ispirazione islamista

IDENTIFICATO L'ATTENTATORE.  Si chiamerebbe Mohammed Delel il profugo siriano che ieri sera si è fatto esplodere. Lo rivela il quotidiano Tagesspiegel, spiegando che gli investigatori non hanno ancora chiarito se l'uomo volesse farsi esplodere o innescare l'esplosivo con un dispositivo a distanza, forse collegato a un telefono cellulare.
Secondo una fonte citata dal quotidiano tedesco, il rifugiato siriano avrebbe effettuato numerosi telefonate prima dell'esplosione all'ingresso del concerto.  L'uomo aveva due cellulari, tipico dei terroristi islamici che usano i telefonini per innescare le bombe a distanza. Dalle prime indagini infatti sembra che Mohgammed volesse abbandonare l'ordigno esplosivo all'interno dello zaino per farlo esplodere a distanza. Un piano che fa propendere gli inquirenti verso la pista islamista.

VIDEO DI MINACCE. Nel telefono cellulare del 27enne la polizia ha trovato video violenti di minacce di attacchi in arabo. Lo rende noto il ministro dell'Interno bavarese, Joachim Herrmann, durante una conferenza stampa. Nel video l'uomo minaccia in arabo un nuovo attentato in Germania nel nome dell'Islam", ha annunciato Hermann.

FEDELTA' ALL'ISIS. Nel video trovato sul cellulare l'uomo dichiara fedeltà ad Abu Bakr al-Baghdadi, leader dello Stato islamico. Dallo stesso video sono emerse minacce di nuovi attacchi contro la Germania nel nome dell'Islam. Secondo quanto riferito da Hermann, l'uomo annunciava nel video che si trattava di una vendetta contro la Germania per essersi opposta al cammino dell'Islam e per l'uccisione di musulmani. Lo Stato islamico ha rivendicato l'attacco di ieri sera: a renderlo noto l'agenzia di stampa Amaq vicino all'Isis: "Un combattente dello Stato islamico ha compiuto l'attacco suicida che ha ferito decine di persone fuori un festival musicale nella città tedesca di Ansabch", riporta Amaq, spiegando che "l'operazione è una risposta alle richieste jihadiste di colpire i Paesi che partecipano alla coalizione contro l'Isis".

 

FERITE DI GUERRA. Il giovane molto probabilmente arrivava da Aleppo e aveva ferite da guerra su tutto il corpo. L'autopsia ha rivelato inoltre che l'uomo aveva necrosi sui piedi e sulle gambe. Non si sa se avesse una formazione militare e se abbia combattuto nel suo Paese, ma secondo la polizia tedesca "sapeva come uccidere da solo".

 

Loading the player...

Si tratta del terzo attacco in Baviera da una settimana, prima il ferimento a colpi d'ascia da parte di un giovane di origine afghana, poi l'attentato di venerdì a Monaco che ha provocato nove morti. Ieri è stato arrestato un 16enne che non avrebbe denunciato la programmazione della strage pur essendone a conoscenza. "Il pericolo di attacchi in Germania rimane alto", lo ha reso noto il portavoce del ministero degli Interni tedesco, Tobias Platte, durante una conferenza stampa.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"

Olanda, accoltellamento a Maastricht: almeno due morti

Diverse persone ferite nella città al confine tra Belgio e Olanda. Non si sa se si tratta di terrorismo

Francia, treno travolge scuolabus vicino a Perpignan

Francia, scontro treno-scuolabus vicino Perpignan: morti quattro adolescenti

Il pullman che trasportava i ragazzini dal liceo di Millas spaccato a metà nell'impatto, come feriscono alcuni testimoni

Campagna di Russia

La ritirata di Russia 75 anni fa: 100mila soldati non tornarono

"Solo a piedi, sempre a piedi, con un freddo terribile", ricorda ancora oggi l'allora giovane sottotenente della divisione Ravenna Guido Placido