Venerdì 28 Luglio 2017 - 16:30

Amburgo, accoltella clienti in supermarket: era già noto

L'assalitore gridava 'Allahu akbar', ha ucciso un uomo e ferito sei persone

Eccezionali misure di sicurezza pe ril G20 di Amburgo

Torna la paura in Germania. Un uomo armato di coltello ha aggredito i clienti di un supermercato ad Amburgo, provocando un morto e sei feriti, ed è stato arrestato. Alcuni testimoni, citati dalla Bild, raccontano che l'assalitore avrebbe gridato 'Allahu akbar'. La polizia, tuttavia, non esclude alcuna pista: inizialmente aveva parlato di rapina, riferendo che un rapinatore in fuga aveva attaccato alcune persone; successivamente, invece, ha precisato di non avere ancora informazioni chiare e confermate sul movente, affermando che "si indaga in ogni direzione". Non è stata confermata a livello ufficiale la notizia, riportata dalla Bild, secondo cui era scattato l'allarme terrorismo ed era entrata appunto in azione l'unità anti-terrorismo.

 

 

 

L'assalitore è un 26enne nato negli Emirati Arabi Uniti, ha fatto sapere la polizia, aggiungendo che sono ancora in corso verifiche per risalire alla nazionalità. Secondo il Tagesspiegel, il giovane era noto ai servizi di sicurezza come islamista; il giornale riporta che si tratta di un palestinese, nato appunto nel 1991 e quindi 26enne, ma che sarebbe nato in Arabia Saudita. Inoltre, sempre secondo il Tagesspiegel, era arrivato in Germania come profugo e aveva trovato un lavoro ad Amburgo. "Anche se il movente non è ancora chiaro, dobbiamo parlare evidentemente di un attacco", hanno dichiarato esperti di sicurezza al Tagesspiegel.

 

Loading the player...

Tutto è cominciato alle 15.10, quando l'uomo ha attaccato la prima delle vittime in un supermercato della catena Edeka nella zona residenziale di Barmbek, precisamente su Fuhlsbüttler Straße. La vittima è morta sul posto e il giovane, mentre fuggiva, ha ferito altre persone. La polizia conferma che l'assalitore è stato bloccato dai passanti ed è rimasto leggermente ferito, prima di essere arrestato da poliziotti in borghese giunti nella zona.

La Bild ha pubblicato la foto di un uomo che viene indicato come l'assalitore, coperto di sangue. Inizialmente, sempre la Bild, aveva riferito che si cercava un secondo uomo, ma la polizia ha poi chiarito che si ritiene che l'aggressore abbia agito da solo. Quanto all'arma, le autorità spiegano che poteva sembrare un machete, ma la definiscono un coltello da cucina. Sul posto è stato dispiegato un imponente dispositivo di polizia e un elicottero sorvolava l'area. La persona uccisa è stata identificata dalla polizia di Amburgo come un uomo tedesco di 50 anni. I sei feriti, invece, sono: una donna di 50 anni, e cinque uomini di 64, 57, 56, 19 e 35 anni. Tutti si trovano in ospedale e alcuni di loro hanno riportato ferite gravi.

La Germania dall'anno scorso è stata colpita da una serie di attacchi, molti dei quali di matrice terroristica (fra cui quello del 19 dicembre al mercatino di Natale di Berlino), e la sicurezza è un tema chiave della campagna elettorale in vista delle elezioni generali in programma per il 24 settembre. Stando ai sondaggi attuali la cancelliera tedesca Angela Merkel, pur fortemente criticata per la sua politica delle porte aperte in materia di immigrazione, dovrebbe vincere il quarto mandato alla guida del Paese, battendo lo sfidante socialdemocratico della Spd Martin Schulz. 

Scritto da 
  • Chiara Battaglia
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Goteborg, scontri ad una marcia dell'estrema destra

Svezia, bomba esplode davanti a stazione della polizia

È accaduto a Helsingborg, nel sud della Svezia. Per il momento non sembrerebbero esserci vittime

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

Cina, Xi: "Pronti a diventare un grande Paese socialista moderno"

E sull'economia annuncia: "Puntiamo ad avere tassi d'interesse e i tassi di cambio più basati sul mercato"

Nigeria, bombe a Abuja

Nigeria, liberato don Pallù. Alfano: "Sta bene"

Il sacerdote della diocesi di Roma era da tre anni in missione nel Paese africano. Gioisce la parrocchia di San Bartolomeo

Il direttore di Amazon Studios si dimette per accuse di molestie sessuali

Avrebbe inoltre ignorato le denunce di un'attrice su abusi sessuali che avrebbe subito da Weinstein