Martedì 30 Agosto 2016 - 19:30

Vescovo: Non uccide il sisma ma le opere umane /FOTO

Oggi la procura di Rieti ha disposto il sequestro della scuola e dell'ospedale della cittadina. Il premier a sorpresa a Norcia

Amatrice si prepara ai funerali solenni delle vittime del terremoto

Terrminati ad Amatrice, nell'area dell'Istituto 'Don Minozzi', i funerali delle vittime del terremoto che ha colpito il centro Italia. Alle esequie, celebrate dal vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili, hanno preso parte le alte cariche dello Stato: il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi e i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Piero Grasso.

I NOMI DELLE VITTIME. Con alle spalle le rovine della città di Amatrice, distrutta dal terremoto del 24 agosto scorso, sono iniziati nella tensostruttura  allestita nel cortile del collegio Don Minozzi i funerali delle vittime della cittadina del reatino, che conta al momento oltre 200 morti. Le esequie sono celebrate dal vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili, che ha letto i nomi delle 37 vittime. Sono invece 28 le bare presenti nella struttura, due quelle bianche dei più piccoli.

IL VESCOVO. "Il terremoto non uccide, uccidono piuttosto le opere dell'uomo". Così il vescovo di Rieti, monsignor Domenico Pompili, durante l'omelia dei funerali solenni per le vittime del terremoto di Amatrice. "I paesaggi che vediamo e che ci stupiscono per la loro bellezza sono dovuti alla sequenza dei terremoti - ha proseguito -  Le montagne si sono originate da questi eventi e racchiudono in loro l'elemento essenziale per la vita dell'uomo: l'acqua dolce. Senza terremoti non esisterebbero dunque le montagne e forse neppure l'uomo e le altre forme di vita".

"Ringraziamo il Papa e lo aspettiamo" ha così concluso il prelato i funerali solenni.
 

MATTARELLA: CORAGGIO SIAMO CON VOI.  Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il premier Matteo Renzi, hanno lasciato Amatrice dopo i funerali. "Dovete avere coraggio, noi siamo con voi" ha detto Mattarella, cercando di dare forza ai familiari delle vittime del sisma. "Non vi abbandoniamo - ha assicurato il presidente - non abbiate questo timore".  Come ad Ascoli Piceno anche ad Amatrice il presidente della Repubblica non si è risparmiato. Il capo dello Stato ha stretto mani, ha abbracciato e confortato i familiari delle vittime del sisma sedute affianco alle 28 bare presenti nella tensostruttura  allestita nel cortile del collegio Don Minozzi dove si svolgevano le esequie.

SINDACO: GENTE VUOLE RESTARE QUI.  "Non abbiamo più lacrime per piangere, ora abbiamo due possibilità: lasciarci sopraffare dallo sconforto o la possibilità di reagire e di dedicare il nostro tempo affinche la memoria di queste persone sia ricordata con l'opera dell'uomo" ha detto il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, al termine dei funerali solenni per le vittime del terremoto del 24 agosto scorso. "Oggi l'Italia grandisssima nella fase dell'emergenza lo sia anche nella fase della ricostruzione, perché questa gente vuole restare qui". 

232 VITTIME AD AMATRICE. Il comune del reatino conta al momento 232 vittime del terremoto del 24 agosto scorso. Nel cortile già dal primo pomeriggio sono arrivati i primi feretri, che in tutto saranno 38, portati a spalla dai vigili del fuoco e dagli uomini della protezione civile. Intorno alle 16.30 sono arrivate anche le prime bare bianche nella tensostruttura, Candide rose e tanti peluche ad adornare i feretri, sono infatti molti i bambini deceduti a causa del sisma. Intanto sulla zona è cominciata una pioggia battente. 

Loading the player...

MALTEMPO. Le zone saranno infatti interessate da maltempo nelle prossime ore con temporali in sviluppo nei settori interni tra Umbria, bassa Toscana, Lazio, Marche e Abruzzo. Temporali anche di forte intensità, accompagnati da intense raffiche di vento, con possibili grandinate. Temperature in calo (minime previste per la prossima notte: Amatrice 11°C, Arquata 14°C, Pescara del Tronto 13°C, Accumoli 12°C, Rieti 14°C).

RENZI A NORCIA. Visita a sorpresa del presidente del Consiglio Matteo Renzi a Norcia, nelle zone colpite dal sisma. Il premier, secondo quanto si apprende, si è recato nella tendopoli con gli sfollati della frazione S. Pellegrino.

SIGILLI ALLA SCUOLA DI AMATRICE. Ma intanto dopo il sisma comincia a muoversi la procura di Rieti,che sta indagando sui crolli:è stato dato mandato di procedere ai sequestri degli edifici nei luoghi colpiti dal terremoto. Tra gli edifici cui sono stati posti i sigilli anche la scuola e l'ospedale di Amatrice. Il Comune di Amatrice, dopo aver annunciato la volontà di costituirsi parte lesa in un eventuale processo post terremoto, ha nominato due legali. Si tratta degli avvocati Mario Cicchetti e Francesco Lettera che hanno presentato un'istanza alla procura perché chieda al Gip un incidente probatorio sul crollo parziale della scuola del borgo distrutto dal terremoto.

ANAC CHIEDE DOCUMENTAZIONE. L'Autorità nazionale anticorruzione (Anac), guidata da Raffaele Cantone, ha chiesto alla Guardia di Finanza di acquisire la documentazione sulle gare per i lavori di ristrutturazione della scuola di Amatrice, danneggiata gravemente dal terremoto dello scorso 24 agosto. L'attenzione si concentra in particolare su come sono stati affidati gli appalti per gli interventi sull'istituto scolastico. Lo conferma una fonte contattata da LaPresse, la quale sottolinea che al momento l'Anac non ha ancora aperto alcun fascicolo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma, violenta baby gang colpisce al Tuscolano: 12 arresti

Roma, violenta baby gang colpisce al Tuscolano: 12 arresti

Diverse le rapine commesse dai giovani nel quartiere

Mattarella e Bergoglio

Mattarella al Papa: Non ci rassegniamo a violenza

Il capo dello Stato scrive a Francesco per l'anniversario del suo pontificato

Roma, corruzione in sanità: Angelucci indagato per traffico influenze

Corruzione in sanità: Angelucci indagato per traffico influenze

Il deputato di Forza Italia è coinvolto nell'inchiesta che oggi ha portato a 9 arresti

Roma, corruzione in appalti: tra i 9 arrestati 2 dirigenti Asl

Roma, corruzione in appalti: tra i 9 arrestati 2 dirigenti Asl

Indagati anche imprenditori e pubblici ufficiali