Venerdì 08 Dicembre 2017 - 19:45

Allegri avverte la Juve: "Con Inter sfida scudetto". Buffon out

In dubbio anche la presenza di Dybala, apparso decisamente appannato nelle ultime uscite

Dopo lo sgambetto al Napoli, la Juve sogna di battere per la seconda volta in otto giorni la capolista della Serie A. E magari trovarsi di nuovo in cima da sola, almeno per una notte, giusto per riassaporare certe vecchie abitudini. Il derby d'Italia di domani sera all'Allianz Stadium non vale un pezzo di tricolore ma è a tutti gli effetti una sfida scudetto. Lo dicono i numeri dell'Inter, imbattuta e prima in classifica davanti a tutti, e il cursus honorum della Juventus, che arriva da sei titoli consecutivi. Lo dice soprattutto il tecnico campione d'Italia Massimiliano Allegri. "E' una sfida scudetto se la intendiamo come una partita tra due squadre che alla fine si contenderanno il titolo insieme a Napoli, Roma e Lazio. Ma non è una partita che decide lo scudetto", ha esordito in conferenza stampa l'allenatore toscano. "Per come stanno andando le cose fino all'ultima giornata il campionato sarà in bilico - ha proseguito - Per noi lo sarà sicuramente, abbiamo tre scontri diretti nelle ultime cinque partite". Il presente però racconta di una sfida che "dà grandissimi stimoli". "Ci confrontiamo con la prima del campionato, una squadra che ha dei numeri pazzeschi. Ha la miglior difesa, non prende gol su palla inattiva, ha uno spirito importante - ha ricordato Allegri - E' sempre il derby d'Italia, è una serata bellissima in cui giocare".

Loading the player...

I bianconeri si presentano a questo appuntamento con il vento in poppa grazie al successo del San Paolo e alla qualificazione agli ottavi di finale di Champions League conquistata martedì. "Aver vinto a Napoli è stato un passettino in avanti, domani ci confrontiamo con la prima del campionato, la settimana scorsa era il Napoli, questa l'Inter - ha evidenziato - Noi la cosa che dovevamo fare era passare il turno (in Champions, ndr), raggiungere il primo obiettivo della stagione e l'abbiamo fatto". I tanti impegni dell'ultimo periodo hanno però portato in dote qualche acciacco in alcuni uomini chiave e una condizione fisica da ritrovare in qualche elemento. A farne le spese su tutti il capitano Gianluigi Buffon, escluso dall'elenco dei convocati, ma in generale Allegri ha ammesso che "abbiamo bisogno di un po' di energie fresche, vedrò l'allenamento di oggi. In base a quello deciderò". In dubbio anche la presenza di Paulo Dybala, apparso decisamente appannato nelle ultime uscite, anche lui alla ricerca di una "condizione ottimale". "Devo decidere se giocare con due, con tre o con i quattro davanti", ha rivelato l'allenatore toscano, che ha diversi nodi di formazione da sciogliere ma non perde mai il buonumore. "Ho un po' di confusione in testa, speriamo che il sole me la chiarisca", ha ammesso scherzando Allegri, che ha poi elogiato il suo conterraneo. "Spalletti sta facendo un ottimo lavoro, confermando quello che ha fatto nell'arco della sua carriera. A Roma ha ottenuto risultati importanti, poi ha trovato una Juve che ha fatto meglio - ha evidenziato - Sa sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori che ha a disposizione, credo sia un valore importante per l'Inter".

Loading the player...
Scritto da 
  • Alberto Zanello
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Le pagelle di Juventus-Genoa. Matuidi ha un altro passo

Bene anche l'autore del gol Douglas Costa. Higuain ancora a secco. Nel Genoa bene Perin e Izzo

Juventus vs Genoa

Juventus, che fatica con il Genoa. Basta un gol di D. Costa

Partita complicata. I rossoblù si difendono con calma e gli uomini di Allegri devono accontentarsi. Ora a un punto dal Napoli

Juventus vs. Genoa - Tim Cup 2017 2018

Juve, Allegri avverte dopo la sosta: "Con Genoa ci sarà da soffrire"

Il mister bianconero: la prima partita dopo lo stop è sempre delicata

Sampdoria - Spal

Juve, Emre Can sempre più vicino. Piace Praet della Samp

Difficile, però, che il tedesco del Liverpool arrivi subito. Sondaggi per Cristante e Pellegrini