Lunedì 23 Gennaio 2017 - 10:30

Allarme maltempo in Sicilia e Calabria, un morto nel palermitano

Frane e smottamenti nel siracusano, diversi i paesi isolati. Scuole chiuse da Catanzaro a Catania

Catania, allerta meteo: allagamenti e mezzi bloccati in varie parti della città

Prosegue la forte ondata di maltempo che ha colpito il sud Italia e sta causando disagi soprattutto in Calabria e in Sicilia. E c'è già una prima vittima: un uomo è deceduto a Castronovo di Sicilia, nel palermitano, dopo essere stato travolto da un torrente esondato proprio per le forti piogge. In queste due regioni, spiegano dal Centro Epson Meteo, nelle ultime 36 ore sono caduti infatti dai 150 ai 200 millimetri di pioggia per metro quadrato. Al centrosud ci saranno anche venti molto forti e mari molto mossi. Sulle regioni centrali le precipitazioni saranno meno insistenti, concentrate soprattutto sul versante adriatico e nel Lazio, con quota neve oltre 1000 metri. Al Nord continuerà la fase di tempo asciutto che favorirà un graduale peggioramento della qualità dell'aria.

A fine giornata piogge intense in arrivo in Basilicata, mentre migliora sulla Sicilia; nella notte, il miglioramento interesserà anche la Calabria. Deboli nevicate sull'Appennino Centrale oltre 1000 metri; su quello Meridionale, oltre 1300-1500 metri. Temperature quasi invariate e vicine alla norma. Martedì ci sarà un miglioramento del tempo, seppur parziale, tra Calabria e Sicilia, mentre le piogge più intense saranno possibili soprattutto tra la Basilicata e la Puglia. Da mercoledì attenuazione dei fenomeni in gran parte delle regioni centromeridionali.

La violenta ondata di maltempo che ha colpito il sud Italia ha portato i sindaci di molte zone a emettere ordinanze per la chiusura delle scuole. A Reggio Calabria istituti chiusi fino alle 17 per consentire alle autorità "la verifica dei danni ed il ripristino di eventuali parti di edifici pericolanti, nonché della sicurezza della viabilità". Scuole chiuse anche a Catanzaro e a Crotone.

Loading the player...

SMOTTAMENTI NEL SIRACUSANO. Frane e smottamenti si sono verificati in tutto il siracusano, a causa delle forti piogge cadute nelle ultime 36 ore sulla zona. I carabinieri del comando provinciale hanno effettuato nella notte numerosissimi interventi, così come i vigili del fuoco e la polizia.

A Sortino, nella notte, i carabinieri sono intervenuto sulla provinciale Sortino/Solarino, altezza Fusco, dove si era verificato uno smottamento con pietre cadute sulla sede stradale. Sul posto anche i vigili del fuoco e la protezione civile che per il ripristino del manto stradale. Nessun danno a cose o persone.

A Floridia, alle 03.30 di questa notte, i militari sono intervenuti in in via Labriola 14 per il cedimento di parte di un muro comunale dlungo circa 50 metri circa, di cui 30 sono crollati sul manto stradale sul manto stradale, danneggiando anche un palo della luce. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Siracusa per la messa in sicurezza della zona. Nessun danno a persone.

Sulla Strada Provinciale 19 Noto - Pachino, all'altezza della Contrada Gioi-Bucachemi completamente allagata, sono intervenuti i carabinieri per la viabilità e i vigili del fuoco per soccorrere utenti rimasti bloccati.

Nella prima mattinata i militari della radiomobile di Noto sono intervenuti sulla strada provinciale Staffena - Pachino per uno smottamento della sede stradale.

Sulla strada provinciale 12, dallo svincolo di Canicattini B. andando verso l'ippodromo i vigili del fuoco stanno provvedendo a chiudere il tratto di strada per allagamento del manto stradale.

A Lentini, sulla statale 194, all'altezza dello svincolo autostradale, per la strada completamente allagata sono intervenuti i carabinieri per garantire la viabilità, unitamente alla Polizia stradale che ha chiuso lo svincolo con l'autostrada A18.

La statale 194 altezza Bivio Iazzotto, è stata chiusa per lo straripamento del fiume San Leonardo; sul posto pattuglie dei carabinieri della stazione di Lentini e del locale commissariato per garantire la viabilità.

Ad Augusta, località Brucoli, il villaggio Gisira è rimasto isolato a causa dello straripamento del fiume Porcaria: i carabinieri di Augusta si stanno portando al villaggio per assicurarsi che non vi siano ulteriori problemi per gli abitanti.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Turisti e sicurezza in città'

Isis minaccia su Telegram: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

Lo riferisce l'organizzazione Usa Site. Il Viminale comunica di aver espulso due marocchini e un siriano per motivi di pericolosità sociale

Trovato cadavere carbonizzato in un prato vicino ad Aosta

Per il momento non è stato possibile identificare la vittima

I genitori di Valeria Solesin: "Conosciamo questo dolore"

Luciana Milani e Alberto Solesin scrivono una lettera aperta ai familiari delle vittime della strage di Barcellona