Sabato 15 Ottobre 2016 - 17:15

Alitalia vieta i "phablet" Galaxy Note 7 a bordo degli aerei

Decisione presa per garantire i massimi standard di sicurezza a bordo

Alitalia vieta i "phablet" Galaxy Note 7 a bordo degli aerei

 A partire da oggi è vietato portare a bordo di tutti i voli Alitalia i dispositivi Samsung Galaxy Note 7. E' quanto si legge in una nota della compagnia aerea che spiega che la decisione di proibire il trasporto di questi dispositivi è stata presa in seguito alla disposizione urgente emanata ieri dal Dipartimento dei Trasporti statunitense che, per garantire i massimi standard di sicurezza a bordo, ha vietato gli smartphone Samsung Galaxy Note 7 su tutti gli aerei negli Stati Uniti. Da oggi, pertanto, questo dispositivo Samsung non potrà neanche essere portato in cabina con sé o nel bagaglio a mano. Nei giorni scorsi, Alitalia ne aveva già vietato il trasporto nei bagagli da stiva o come spedizione cargo.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Savona, tir travolge cantiere in autostrada: morti sul colpo due operai, cinque feriti

Savona, tir travolge cantiere in autostrada: morti sul colpo 2 operai, arrestato l'autista

Le vittime stavano lavorando sulla A10. Il mezzo pesante ha sbandato e investito le persone

Mafia, scritte contro don Ciotti a Palermo: Sbirri siete voi, assassino

Altre scritte contro don Ciotti: Sbirri siete voi, 'secondino'

Oggi a Palermo, la scorsa settimana a Locri. Preso di mira anche Dalla Chiesa

MSC Anzu container vessel is seen at Cocoli locks as it becomes the 1,000th vessel to navigate through of the newly expanded Panama Canal on the outskirts of Panama City

Rimini, cadavere in valigia: potrebbe essere la donna scomparsa in crociera

Il 20 febbraio scorso dalla nave sono scesi il marito e i due figli di 6 e 4 anni, ma della donna nessuna traccia.

Appello del Papa: L'Europa si riscopra comunità solidale di popoli e di persone

Appello del Papa: L'Europa si riscopra comunità solidale

"Non si può gestire la crisi migratoria come problema numerico, economico o di sicurezza" ha sottolineato Francesco