Venerdì 24 Febbraio 2017 - 22:15

Alitalia, raggiunta intesa sul contratto

Sindacati: Ribadita validità ccnl. Calenda: Importante passo in avanti

Alitalia

"Abbiamo firmato con Alitalia un accordo che recepisce il nodo centrale delle nostre richieste". Così dichiara Emiliano Fiorentino, Segretario nazionale della Fit-Cisl, annuncia l'intesa sul rinnovo del contratto. "L'accordo - prosegue Fiorentino - riconosce la vigenza e la validità del ccnl, impegna le parti a rinnovarlo entro il prossimo 31 maggio". "Gli alibi sono finiti - conclude il segretario nazionale - I vertici hanno compreso che il rilancio di Alitalia può avvenire solo con la partecipazione di tutti e non con scelte al buio calate dall'alto".

Soddisfatto il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda: "L'accordo raggiunto mi sembra un importante passo avanti per ricreare un clima costruttivo utile ad affrontare le prossime settimane. Voglio ringraziare i sindacati e l'azienda a nome del Governo per il segnale di responsabilita' che hanno dato".

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

La testata Automotive News aveva parlato dell'interesse di diversi produttori cinesi per Fiat Chrysler Automobiles

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% annuo

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% su anno

Era dal secondo trimestre del 2011 che il Pil non segnava una crescita così significativa. Genitloni: "Meglio delle pevisioni"

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

Anche dopo le proteste di animalisti e vegani, la Bank of England ha deciso che non modificherà la composizione del polimero 'incriminato'

Torino, disoccupata si dà fuoco

Allarme della Ragioneria: Se salta limite 67 anni pensioni a rischio

Anche la semplice limitazione degli automatismi di accesso alla pensione determinerebbero un indebolimento del sistema pensionistico italiano