Mercoledì 03 Maggio 2017 - 16:30

Alitalia, Delrio: Contiamo di non vendere compagnia spezzettata

E Calenda: "Basta fare conversazione su Alitalia da bar dello sport, i commissari faranno il loro lavoro"

Alitalia, Delrio: Contiamo di non vendere compagnia spezzettata

"Contiamo di provare a trovare un compratore che mantenga il valore dell'azienda il più possibile intatto", cioè che non la compri "spezzettata". Lo ha detto il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, parlando di Alitalia a Unomattina, su Rai1.

"Basta fare conversazione su Alitalia da bar dello sport, i commissari faranno il loro lavoro", ha sottolineato il ministro dello sviluppo Economico, Carlo Calenda, parlando con i giornalisti a Montecitorio.  "Credo che i commissari si siano incontrati oggi. Stanno lavorando. Adesso l'Alitalia è in amministrazione straordinaria, è  stata dotata di questo prestito Ponte - spiega -  commissari devono fare un programma di lavoro e al contempo, entro 15 giorni devono aprire a manifestazioni di interesse con un 'bando' che, però, è un termine improprio. Questo è il loro lavoro, questo è quello che succede da domani".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Washington, apertura della conferenza stampa della Banca Mondiale

Il Fmi: "Il Pil dell'Italia accelera ma con le elezioni a rischio le riforme"

Riviste al rialzo le stime: +1,4% nel 2018. Aumentate anche le stime sul Pil Usa per la riforma fiscale di Trump: "Ma a lungo termine diventerà un peso"

Gaza,altissimi i livelli di denutrizione

Un mondo sempre peggiore: nel 2017 l'1% più ricco ha preso l'82% della ricchezza

Rapporto Oxfam presentato al vertice di Davos. Della crescita mondiale 3,7 miliardi di persone non vedono niente. Le donne discriminate

BELGIUM-BRUSSELS-EU-MOSCOVICI-ECONOMY-RECOVERY

Moscovici: "Voto in Italia rischio politico per Ue". E smonta Di Maio: "Deficit oltre il 3% è controsenso"

Il commissario Ue commenta anche le parole di Fontana sulla "razza bianca a rischio": "Dichiarazioni scandalose"