Mercoledì 18 Ottobre 2017 - 19:30

Alitalia chiede nuova cassa integrazione per 1.800 dipendenti

Coinvolti 100 comandanti, 90 piloti, 380 assistenti di volo e 1.230 personale di terra

Crisi Alitalia - Aerei Alitalia atterrano e decollano dall'aeroporto di Fiumicino

I nuovi numeri della cassa integrazione per Alitalia toccano complessivamente 1.800 dipendenti, così suddivisi: 100 comandanti, 90 piloti, 380 assistenti di volo (prima erano 340) e 1.230 personale di terra (precedentemente erano 828). Rispetto a prima, la cassa integrazione tocca 442 persone in più. Sono i numeri anticipati da Nino Cortorillo della Cgil al termine dell'incontro di oggi al ministero del Lavoro.

Questi i dettagli per i 1.230 dipendenti impiegati a terra: 690 di 'staff'; 198 di 'handling' (ma non figure in ruolo con contratto a tempo determinato); 200 per la manutenzione; 142 per il cosiddetto 'staff operations'. La cassa a zero ore è prevista per 400 impiegati di terra. Cortorillo, che aprirà una trattativa su questi numeri, ha anche detto che i commissari che gestiscono l'amministrazione straordinaria di Alitalia convocheranno i sindacati "a breve" per parlare delle offerte vincolanti arrivate lunedì scorso. Tra queste anche due 'buste' arrivate da Easyjet e soprattutto Lufthansa.

Il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, sottolinea che "il numero dei lavoratori alla proroga dalla Cassa Integrazione è aumentato di 442 unità, ed è aumentata la richiesta dell'azienda sul numero a cassa integrazione a zero ore", e "questo non ci rallegra anche se comprendiamo il momento". Per definire esattamente quanti andranno in cassa integrazione, gli incontri continueranno in azienda. "Gli investitori che si sono proposti e che dovranno trattare l'offerta con i commissari non saranno disattenti verso il clima di fiducia interno dell'azienda - prosegue il responsabile di Uiltrasporti - Il nostro sindacato questo l'ha presente, come ha anche ben presente la necessità di abbassare il numero dei lavoratori coinvolti in questa procedura di proroga, a partire da coloro individuati per la cassa a zero ore, per i quali dobbiamo fare il possibile per riqualificarli per mansioni diverse all'interno dell'azienda.

Intanto l'azienda fa sapere oggi che il primo gennaio 2018 partirà la nuova edizione del programma MilleMiglia, il programma di fidelizzazione di Alitalia che oggi conta oltre 5 milioni di iscritti. L'attuale edizione, cominciata il 1 gennaio 2013, terminerà il 31 dicembre 2017, "in ottemperanza alla legislazione italiana che stabilisce una durata massima di 5 anni per le operazioni a premio", spiega un comunicato. "Per agevolare i soci nell'utilizzo delle miglia accumulate fino al 31 dicembre 2017, Alitalia ha deciso di estendere dal 31 gennaio al 31 marzo 2018 il periodo entro il quale spenderle", aggiunge Alitalia.

Scritto da 
  • Matteo Bosco Bortolaso
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, manifestazione Cgil Cisl e Uil

Pensioni, appello di Gentiloni a sindacati. Ma Camusso: "Non sono ottimista"

Il governo si è impegnato ad esentare dallo scatto dell'età pensionabile 15 categorie di lavoratori

Francoforte, convegno BCE

Draghi: "Ripresa solida e ampia, ma inflazione non convincente"

Il presidente della Bce parla in audizione di fronte alla commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo

Aeroporto di Torino Caselle

Alitalia, Delrio: "Lufthansa fa i suoi interessi, pensiamo al turismo"

Il ministro dei Trasporti avverte i tedeschi: "I patti siano chiari"