Giovedì 12 Gennaio 2017 - 10:00

Alitalia, Calenda: Gestita male, serve piano industriale

"Non esiste che si parli di esuberi prima di parlare di una strategia"

Alitalia, Calenda: E' stata gestita male, serve piano industriale

Alitalia "è stata gestita male". Così il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, intervenendo a 'Radio anch'io' in merito alla situazione della compagnia di bandiera. "È un'azienda - ha detto - totalmente privata che ha problemi significativi di gestione. Non esiste che si parli di esuberi prima di parlare di piano industriale. Nessuna azienda si salva senza piano industriale".

FIT CISL: MINISTRO LA PENSA COME NOI "Ci fa piacere che anche il Governo nella persona del Ministro Calenda la pensi come noi: è da tempo che noi riportiamo all'attenzione di tutti che le soluzioni ai problemi di questa azienda non possono essere ricercate solamente sul versante lavoro, intervenendo su tagli di personale e sui loro stipendi". Così Emiliano Fiorentino, Segretario nazionale della Fit-Cisl, in merito alle affermazioni del ministro. "Pensare di partire con interventi sui lavoratori ancor prima di avere un piano industriale 'condiviso e credibile' - prosegue Fiorentino - è paragonabile a un fantino che si presenta a una gara con la sola sella e senza il cavallo. Per queste incertezze che ancora vertono sulla situazione Alitalia, abbiamo aperto una vertenza a cui devono seguire necessariamente delle risposte concrete e serie. Non è possibile continuare a lavorare con i 'forse' e con i 'poi si vedrà'. Alla terza ristrutturazione in poco meno di 8 anni è imprescindibile che questa trattativa venga seguita con attenzione e portata avanti da Governo, azienda e parti sociali".

IL MINISTRO SUI VOUCHER. "Non tutto diventi una battaglia ideologica, un grande scontro. Se ci sono stati abusi sui voucher il governo e' pronto a sedersi e ridiscuterne, ma non sia una battaglia slegata dal contenuto reale" ha invece sottolineato il ministro  in merito alla sentenza della Consulta sui quesiti referendari.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Gaza,altissimi i livelli di denutrizione

Un mondo sempre peggiore: nel 2017 l'1% più ricco ha preso l'82% della ricchezza

Rapporto Oxfam presentato al vertice di Davos. Della crescita mondiale 3,7 miliardi di persone non vedono niente. Le donne discriminate

BELGIUM-BRUSSELS-EU-MOSCOVICI-ECONOMY-RECOVERY

Moscovici: "Voto in Italia rischio politico per Ue". E smonta Di Maio: "Deficit oltre il 3% è controsenso"

Il commissario Ue commenta anche le parole di Fontana sulla "razza bianca a rischio": "Dichiarazioni scandalose"

Nel 2017 l'inflazione torna positiva: crescita dell'1,2%. Carrello della spesa a +1,5%

Le rilevazioni dell'Istat. Rispetto al 2016, l'aumento dei prezzi pesa di più sulle famiglie con meno capacità spesa