Domenica 07 Febbraio 2016 - 19:00

Unioni civili, Alfano: Pd eviti errore politico, no a minacce

Secondo il leader Ncd il Pd "non deve strafare con le adozioni" e accontentarsi di un risultato già storico

Alfano: Pd eviti grandissimo errore politico, no a minacce

"Noi voteremo 'no' e diremo al Pd che si tratta di un grandissimo errore politico", se il disegno di legge Cirinnà manterrà la stepchild adoption e "l'equiparazione con il matrimonio". Così il leader di Ncd Angelino Alfano su SkyTg24 a l'intervista di Maria Latella, parlando degli alleati di governo del Pd in merito al ddl Cirinnà sulle unioni civili. "Io sono contrario al metodo della minaccia, dico solo al Pd di fare una scelta di buon senso. Togliete le adozioni e il similmatrimonio e prendetevi le unioni civili: è più che abbastanza". E sul presunto baratto con le nomine nel governo, Alfano ha risposto: "Noi facciamo queste battaglie da sempre, abbiamo sempre detto che non ce ne fregava niente di avere un ministero. A noi importano le riforme. Abbiamo ottenuto risultati che hanno fatto litigare il leader Matteo Renzi con i sindacati, con la sinistra, perché sono le nostre riforme".

STEPCHILD. "Se la stepchild adoption si può già fare è inutile, se non si può fare per me è ingiusta", ha sottolineato il ministro dell'Interno aggiungendo: "Quello che loro realizzano è un risultato storico, senza strafare con le adozioni".

L'USCITA DI GRILLO. Ieri, Beppe Grillo, a sorpresa, ha annunciato sul blog libertà di coscienza per i suoi in Senato sul voto sulle unioni civili, notizia che ha innescato una polemica sul web ma anche distinguo tra i parlamentari M5S. A cogliere la palla al balzo era stato Alfano che su Twitter  ha quasi esultato: "Su Cirinnà Grillo non assicura più i voti M5S. Si riapre la partita. Potrebbe saltare l'intera legge. Bene, scenario molto interessante". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Crollo ponte Genova, Di Maio e Toninelli in visita al luogo del disastro

Genova, scontro sulla concessione. Atlantia a picco: "Ci spetta valore residuo". Di Maio: "Non pagheremo penali"

I mercati puniscono la società controllante di Autostrade dopo l'annuncio del governo sulla possibile revoca: il titolo non fa prezzo in avvio

Genova, il giorno dopo il crollo del ponte

Genova, Paita: "Conseguenze catastrofiche, il governo ascolti la città"

Intervista alla deputata dem, ex candidata alla presidenza della Liguria: "Un anno fa feci un'interrogazione proprio sulla sicurezza di quel ponte, mi dissero che andava tutto bene"

Milano, Salvini al Gazebo della Lega per votare  il contratto di governo con M5s

Genova, la promessa di Salvini: "Nella prossima manovra soldi per messa in sicurezza del Paese"

Il ministro dell'Interno assicura: "Faremo una radiografia dell'Italia che soffre, bisogna intervenire prima"

Genova, Conte: "Revoca concessione ad Autostrade". Atlantia a picco, non fa prezzo in avvio

Anche Toninelli e Di Maio contro la società: "Vertici si dimettano, multe da 150 milioni". La replica: "Monitoraggio ogni 3 mesi. Dimostreremo adempimenti"