Giovedì 18 Agosto 2016 - 08:30

Alfano: No a divieto burkini, non dobbiamo essere provocatori

Per il ministro dell'Interno il fenomeno in Italia è poco diffuso

Alfano: No a divieto burkini, dobbiamo essere duri ma non provocatori

"Dobbiamo essere duri e severi, ma non provocatori". Così il ministro dell'Interno Angelino Alfano in un'intervista telefonica a Rtl 102.5 ha ommentanto il dibattito sul divieto di indossare i burkini sulle spiagge francesi. "Puri atti ideologici - ha spiegato il numero uno del Viminale - possono determinare l'effetto provocatorio di dire 'noi siamo isolati in una comunità in cui vogliamo esprimere la nostra cultura, la nostra religione ma senza violare la legge'. Poi c'è un fatto di pragmatismo: voi avete incontrato sulle spiagge centinaia di donne in burkini? Non c'è dilagare del fenomeno, quindi parliamo di una vicenda che riguarda la Francia. Ho grande rispetto per il loro dolore ma l'Italia è l'Italia, fin qui siamo stati un paese sicuro per il grande lavoro di prevenzione, ma anche perché non abbiamo mai dato vita a comportamenti che hanno fatto pensare a una crisi di rigetto della cultura musulmana. Io non prego Allah ma sono stato educato con una cultura che prevede la libertà di culto".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Maria Elena Boschi in Duomo alla messa dell'immacolata

Vegas: "Nessuna pressione dalla Boschi". Ma M5S e Leu chiedono le sue dimissioni

L'audizione del presidente Consob. Diversi incontri, "ma si parlò solo di fatti". Di Maio: "Ha mentito, se ne vada". La ministra: "Non è vero"

Gentiloni a Parigi alla Riunione di Alto livello sulla Forza Congiunta G5 Sahel

Migranti, Gentiloni: "Chiederemo più impegno a tutta famiglia Ue"

Il presidente del Consiglio italiano ha ringraziato i primi ministri dei paesi del gruppo Visegrad per "la loro decisione di finanziare con 36 milioni di euro il Fondo fiduciario dell'Ue per l'Africa

SCHEDA - Ecco il testo della legge sul biotestamento

Otto articoli su consenso informato, terapia del dolore, Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Senato - ddl su biotestamento

Biotestamento, sì del Senato con 180 voti favorevoli. Adesso è legge dello Stato

I contrari sono stati 71 e 6 gli astenuti. Il testo è rimasto immutato rispetto a quello della Camera. Marcucci (Pd): "Paese più civile"