Domenica 08 Maggio 2016 - 09:00

Alfano: Governi caduti per inchieste, no scontro giustizia-politica

"C'è stato un governo, il Prodi secondo, che è caduto per l'ingiusto arresto della moglie dell'allora Guardasigilli. Poi c'è stata, e ne siamo stati tutti i testimoni, l'aggressione continua a Silvio Berlusconi. Ecco, è questa la realtà con cui il Pd deve confrontarsi"

Angelino Alfano

 "Nella compagine di governo c'è un partito, il Pd, che rappresenta la maggioranza e che adesso deve fare i conti con quella che è la vera realtà del Paese". Lo afferma il ministro dell'Interno Angelino Alfano in un colloquio con  il quotidiano la Stampa.  "C'è stato un governo, il Prodi secondo, che è caduto per l'ingiusto arresto della moglie dell'allora Guardasigilli. Poi c'è stata, e ne siamo stati tutti i testimoni, l'aggressione continua a Silvio Berlusconi. Ecco, è questa la realtà con cui il Pd deve confrontarsi", dice il titolare del Viminale.

"Spero- - continua il ministro Alfano - che tra i magistrati  emerga chiara la consapevolezza che avviare unilateralmente uno scontro con la politica e i politici non fa bene a nessuno, men che meno alla magistratura stessa". Per il titolare del Viminale  "in questi ultimi mesi ho visto diventare giustizialisti molti di quelli che erano garantisti e garantisti molti di quelli che erano giustizialisti. In questo quadro, la nostra posizione non cambia". "Noi siamo sempre stati garantisti. I politici devono fare i politici, i magistrati devono fare i magistrati, ognuno secondo il proprio ruolo e le proprie competenze con rispetto reciproco. Noi non diciamo di più", conclude.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Paolo Gentiloni in conferenza stampa a Bruxelles

Clima, Gentiloni: "175 miliardi per la strategia energetica"

Il premier parla al convegno Patto per il clima, organizzato dai Verdi a Roma

Mattarella incontra una delegazione della Fondazione "Premio Ischia"

Elezioni, il Colle pensa a serenità del Paese: l'obiettivo è stabilità

Mattarella agisce con tutta la discrezione, motivato dal bene primario di mettere in massima tutela il Paese

Residenza Ripetta. Convegno "Servizi pubblici e nuova politica" con Luigi Di Maio

Il programma M5S: "Sgravi fiscali e sì agli 80 euro". Il Pd ironizza

Di Maio e i suoi manterranno, almeno all'inizio il bonus: "Poi norme per assorbirlo". Renzi: "Non siamo gelosi"

Maria Elena Boschi ospite di Otto e Mezzo

Gentiloni blinda la Boschi: "Ha chiarito, auguri di successo"

Bufera sulla sottosegretaria accusata da M5S di aver esercitato indebite pressioni