Giovedì 11 Febbraio 2016 - 18:15

Ai Musei Vaticani le magliette di Pelé e Maradona per il Papa

Il pontefice ha deciso di metterli in mostra insieme a palloni e foto firmate

Maglietta Maradona per Papa Francesco

Due regali talmente speciali che Papa Francesco ha deciso di metterli in mostra ai Musei Vaticani: le magliette che Diego Maradona e Pelé hanno regalato al pontefice sono visibili prima dell'uscita, scendendo le scale verso il cortile, dopo aver percorso la galleria dei candelabri e attraversato il book store. Ci sono anche altri cimeli del mondo del calcio, come foto e palloni firmati.

La maglietta verde-oro del mitico calciatore brasiliano è dedicata, in portoghese, "para Papa Francisco" e firmata "Edson Pelé" (il suo vero nome è Edson Arante do Nascimento). Diego Maradona ha invece regalato una maglietta con le righe bianco-azzurre, il numero 10 sotto il nome Francisco, e la dedica: "Con tutto il mio affetto e per la pace in tutto il mondo".

La teca spiega che quando Papa Francesco ha ricevuto le nazionali di Italia e Argentina, confrontatesi il 13 agosto 2013 allo Stadio Olimpico, li ha invitati a "essere uomini nello sport e nella vita: uomini, portatori di umanità". Jorge Bergoglio, da bambino, andava con mamma e papà allo Estadio Gasometro, gestito dalla società polisportiva San Lorenzo de Almagro nel quartiere Boedo di Buenos Aires. Il pontefice ha sottolineato che, mettendo da parte violenza e discriminazioni, "lo stadio viene arricchito in termini umani".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Inaugurazione di 'Inno alla Bellezza' e anteprima dello spettacolo dell'Albero della vita in ex Area Expo

Expo, Anac manda atti a tre Procure

Evidenziate anomalie nella maggior parte delle 25 procedure analizzate

Brescia, Processo d'appello per Massimo Bossetti

Caso Yara, test dna che inchioda Bossetti valido, analisi irripetibile

Le motivazioni della sentenza con cui i giudici hanno condannato all'ergastolo il muratore di Mapello

Milano, in Centrale camper della Polizia di Stato contro la violenza sulle donne

#QuellaVoltaChe, su Twitter le donne raccontano le molestie subite

L'hashtag è stato lanciato dalla scrittrice Giulia Blasi e sta riunendo i racconti di centinaia di italiane