Martedì 18 Luglio 2017 - 20:30

Agrigento, danneggiata la stele dedicata al giudice Livatino

Su Twitter lo sdegno di Boldrini, Grasso e Gentiloni

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Caltanissetta

È stata danneggiata, nella periferia di Agrigento, la stele dedicata al giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990. Sul caso, avvenuto a poche ore dal 25esimo anniversario della Strage di via D'Amelio, indaga la polizia di Stato. 

Molti politici hanno criticato il fatto anche su Twitter, partendo dal presidente del Senato, Pietro Grasso, e dalla presidente della Camera, Laura Boldrini

 

Solo pochi giorni fa, a Palermo, nel quartiere Zen, un atto di vandalismo ha colpito il busto che raffigura Giovanni Falcone

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Precipita un ultraleggero, due morti

Roma, precipita ultraleggero: morto il pilota

L'incidente a Pomezia. Sul posto i vigili del fuoco

Roma, prima puntata del nuovo ciclo del 'Maurizio Costanzo show'

Gli 'eroi' di Mattarella: dal pompiere che salvò Ciro alla miss sfregiata dall'ex

Il capo dello Stato ha conferito, motu proprio, trenta onorificenze al Merito della Repubblica Italiana

E' morto Toto' Riina il 'capo dei capi'.Aveva 87 anni

Totò Riina è morto: come cambia Cosa Nostra senza il Capo dei Capi

Senza Provenzano e 'u Curtu' la mafia è orfana, ma non sconfitta

Manifestazione dei Precari Bros

Caritas: giovani più poveri dei genitori, 1 su 10 in difficoltà

Gli under 34 a vivono la situazione più critica