Venerdì 03 Giugno 2016 - 10:15

Affonda un barcone a largo di Creta: tre persone morte

Nuovo naufragio in acque greche, al lavoro la guardia costiera

Affonda un barcone a largo di Creta: in salvo 250 migranti

Nuovo naufragio di migranti a sud dell'isola di Creta. La guardia costiera greca ha fatto sapere che sono 302 i migranti salvati dopo il naufragio. Al momento sono stati recuperati anche tre cadaveri. I soccorittori hanno inoltre aggiunto che le condizioni metereologiche sono buone tali da permettere il salvataggio delle persone. Secondo le autorità greche sul barcone potevano esserci tra i 600 e i 700 migranti.
 

Il portavoce della Guardia costiera Nikos Lagkadianos in precedenza aveva fatto sapere che non è chiaro quanti migranti fossero a bordo del barcone naufragato, ma che sulla base di una prima valutazione era improbabile che vi fossero molte altre persone rispetto a quelle tratte in salvo. Già mercoledì scorso un gruppo di 113 migranti per lo più afghani è sbarcato sull'isola, il primo grande arrivo a Creta dall'inizio della crisi migranti.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

L'aeroporto di Amsterdam circondato dai media e dalla curiosita' della gente dopo l'incidente aereo di ieri

Amsterdam uomo con coltello all'aeroporto. Colpito dalla polizia

La persona agitava l'arma contro le persone. Gli hanno sparato. Zona interdetta

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, 2 palestinesi morti e oltre 100 feriti nelle proteste

La prima "giornata della rabbia". Le vittime sono due uomini. Hamas invita ad assediare le ambasciate Usa nel mondo

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"

Olanda, accoltellamento a Maastricht: almeno due morti

Diverse persone ferite nella città al confine tra Belgio e Olanda. Non si sa se si tratta di terrorismo