Giovedì 29 Settembre 2016 - 09:30

Affari d'oro con la marijuana: sequestrati 7 quintali di droga

Quattro gli arresti effettuati in provincia di Bari

Affari d'oro con la marijuana: sequestrati 7 quintali di droga

Dalla pianta di marijuana al prodotto finito: seguivano tutti i passaggi della filiera i quattro arrestati dai carabinieri della stazione di Minervino Murge, in provincia di Bari. I militare, assieme al personale del nucleo operativo della compagnia, hanno effettuato un controllo in un azienda agricola sita in quella contrada 'Boschetto' e, con l'ausilio delle unità cinofile del nucleodi Modugno (Bari), hanno fatto irruzione in un locale adibito ad essiccatoio. All'interno, una vera e propria 'centrale' per l'essiccazione delle piantine di marijuana, completa di impianto per il condizionamento termico a gas e ad energia elettrica.

In flagranza, al momento del blitz, sono stati trovati D.V. e C.M., entrambi 50enni minervinesi, G.M. e D.N., spinazzolesi ripettivamente di 49 e 25 anni, tutti braccianti agricoli e con precedenti penali, tranne il più giovane, proprio nel momento in cui stavano ancora fasciando e stipando lo stupefacente. In totale, nel casolare i carabinieri hanno sequestrato ben 63 chilogrammi di marijuana.

Al fine di risalire la filiera fino ai campi coltivati, mediante l'ausilio di un velivolo del 6° elinucleo carabinieri di Bari, è stata eseguita una ricognizione aera della zona e, attraverso una completa panoramica dall'alto, tra la fitta vegetazione, è stata individuata la piantagione di marijuana. A quel punto, le pattuglie appiedate rastrellavano l'appezzamento di terreno, di estensione di circa mezzo ettaro, ed inventariavano, sottoponendole a sequestro, altre 400 piante, dell'altezza media di due metri. Veniva inoltre sottoposto a sequestro l'intero impianto di irrigazione.

Complessivamente la droga sequestrata è stata stimata in un peso di quasi 7 quintali, che,  al termine dei processi di essicazione, tolto lo scarto, avrebbe potuto produrre circa 200 chilogrammi di sostanza stupefacente, per un valore, al dettaglio, di circa un miliardo di euro. I quattro arrestati, infine, sono stati portati nel carcere di Trani.

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Non c'è correlazione tra vaccini e autismo: la Cassazione dice no al risarcimento

Non c'è correlazione tra vaccini e autismo: la Cassazione dice no al risarcimento

Confermata la sentenza del Tribunale di Salerno che negava l'indennizzo a un tutore di un minore affetto da encefalopatia

Sanremo 2017, la prima serata

Evasione fiscale da 700mila euro: 1 anno e 6 mesi a Raul Bova

Il giudice ha concesso la non menzione e la sospensione della pena

Trenta euro per 12 ore di lavoro: presi caporali in tutta Italia

Da Verona ad Agrigento, oltre 50 aziende controllate in ben 8 regioni