Martedì 05 Luglio 2016 - 07:30

Addio al regista Abbas Kiarostami, il poeta del cinema iraniano

Vincitore di una Palma d'oro nel 1997 per 'Il sapore della ciliegia', aveva 76 anni ed era in cura in Francia per un cancro

Addio al regista Abbas Kiarostami, il poeta del cinema iraniano

Il regista Abbas Kiarostami è morto a Parigi all'età di 76 anni. Lo ha fatto sapere ieri sera la Bbc, citando le agenzie di Teheran. Il cineasta iraniano, vincitore di una Palma d'oro nel 1997 per 'Il sapore della ciliegia', era in cura in Francia per un cancro. Artista eclettico, è stato il poeta dell'Iran. Classe 1940, era nato a Teheran, dove si laureò all'Università di Belle Arti e incominciò a lavorare come illustratore di libri per bambini. Il suo primo lungometraggio di rilievo s'intitola 'Il viaggiatore', girato nel 1974, nel 1999 presenta un altro dei suoi capolavori 'Il vento ci porterà via'. Era amato dai suoi colleghi, da Jean-Luc Godard a Nanni Moretti, che nel 1996 realizzò un corto intitolato 'Il giorno della prima di Close-Up', che racconta la prima proiezione del film di Kiarostami 'Close-Up' (1990) in Italia.  

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Cannes 2018, a Marcello Fonte il Premio come Miglior attore per “Dogman”

Trionfo dell'Italia a Cannes: vincono Rohrwacher e Fonte. La Palma d'oro è giapponese

A "Shoplifters" il massimo riconoscimento del festival. "Dogman" vince la miglior interpretazione maschile, mentre "Lazzaro felice" la miglior sceneggiatura

Photocall di Dogman a Cannes

Cannes, i 21 film in corsa per la Palma d'oro: tra loro Garrone e Rohrwacher

Il riconoscimento verrà assegnato stasera: tra i favoriti i due italiani e la pellicola di Spike Lee

Massimo Decimo Meridio torna al Colosseo: proiezione da brividi per "Il gladiatore"

Una cornice unica per un concerto benefico a favore del programma End Polio Now

Red carpet del film Dogman al Festival di Cannes

Cannes, Garrone colpisce con 'Dogman': in lizza per la Palma d'Oro

Ben dieci minuti di applausi dopo la proiezione in sala