Giovedì 24 Novembre 2016 - 09:30

Addio a Sermonti, l'attore che riscoprì la Divina Commedia

L'intellettuale è morto a Roma a 87 anni

Addio a Vittorio Sermonti, l'attore e scrittore che riscoprì la Divina Commedia

Il mondo della cultura perde un suo importante rappresentante: è morto a Roma all'età di 87 anni Vittorio Sermonti. Narratore, saggista, traduttore, regista di radio e tv, giornalista, docente di Italiano-Latino al liceo Tasso di Roma e di tecnica del verso teatrale all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, poeta e lettore di poesie, Sermonti è stato un intellettuale dai mille volti. A lui si deve la diffusione al grande pubblico della Divina Commedia: tra il 1987 e il 1992 ha registrato per Raitre l’intera opera introdotta da cento racconti critici. Tra il 1995 e il 1997 ne ha replicato la lettura, ampliando le introduzioni, nella basilica di San Francesco a Ravenna, davanti a migliaia di persone di ogni età, ceto, grado di istruzione; tra il 2000 e il 2002, aggiornando via via la parte critica, ai Mercati di Traiano e al Pantheon di Roma; dal 2003 al 2005 a Firenze (Cenacolo di Santa Croce) e a Milano (S. Maria delle Grazie); nel 2006 a Bologna (Santo Stefano). In letture di singoli canti si è prodotto per tutta Italia, ma anche in Svizzera, Spagna, Regno Unito, Argentina, Cile, Uruguay, Israele, Turchia.

Qualche giorno fa l'ultimo messaggio su Twitter: "Cari amici, mi prendo qualche giorno di riposo. I vostri commenti mi faranno compagnia".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Un'immagine tratta dal film L'esorcista - La genesi (2004)

È morto William Peter Blatty, l'autore del romanzo 'L'esorcista'

Lo riferisce su Twitter il regista de 'L'esorcista', William Friedkin

E' morto Zygmunt Bauman: addio al filosofo della 'società liquida'

Morto Zygmunt Bauman: addio al filosofo della società liquida

L'intellettuale polacco aveva 91 anni. Dal 1971 al 1990 è stato professore all'Università di Leeds, in Inghilterra

INTERVISTA Beccaria: De Mauro era ottimista su futuro lingua italiana

Beccaria: De Mauro era ottimista sul futuro della lingua italiana

Il ricordo del collega e accademico: "Lascia un grande vuoto che non è facilmente colmabile. La sua è una grande eredità culturale"

Il sogno di Saviano: Da uomo libero vorrei fare un bagno al mare

Il sogno di Saviano: Da uomo libero vorrei fare un bagno al mare

Lo scrittore si racconta a 'Bel Tempo si spera' su Tv2000