Venerdì 20 Maggio 2016 - 12:45

Addio a Pannella, oggi camera ardente: domani funerale laico

Pubblicata da Famiglia Cristiana la lettera del leader radicale al pontefice scritta dopo il viaggio a Lesbo del Papa

Addio a Marco Pannella, camera ardente a Montecitorio

Questo pomeriggio si apre la camera ardente di Marco Pannella: il saluto al leader dei Radicali, morto ieri a Roma all'età di 86 anni, si terrà nella sala Aldo Moro di Montecitorio. Intanto, Famiglia Cristiana ha deciso di pubblicare la lettera scritta da Pannella al Papa dopo il viaggio dai migranti in Grecia: "Ti stavo vicino a Lesbo quando abbracciavi la carne martoriata di quelle donne, di quei bambini, e di quegli uomini che nessuno vuole accogliere in Europa". Il testo si conclude con un messaggio scritto direttamente dalla sua mano tremante, a meno di un mese dalla morte: "Ti voglio bene davvero, tuo Marco". 

DOMANI IL FUNERALE. Alle 22 la salma sarà trasportata nella sede del partito a largo Argentina per una veglia. Domani il funerale laico a piazza Navona e poi il ritorno di Pannella nella sua città natale: Teramo. Il leader storico dei radicali  è deceduto dopo un lungo periodo di malattia. Rimarrà nella storia per le tante battaglie referendarie dal divorzio, introdotto nel 1974, all'aborto. Pannella si è spento ieri intorno alle 14 presso la casa di cura privata Nostra Signora della Mercede a Roma, dove era stato ricoverato mercoledì. Già in precedenza era stato ospite della casa di cura, durante i suoi lunghi periodi di sciopero della fame e della sete.

UNA VITA DI LOTTE. Nato a Teramo il 2 maggio 1930, lauretosi in giurisprudenza a 20 anni, fondatore del Partito Radicale, la sua è stata una vita di lotte che sono andate al di là delle comuni ideologie. Politico tra i più longevi, giornalista tra più taglienti. La sua più grande battaglia però l'ha combattuta contro il cancro, con ardore e senza mai piegarsi al dolore e alla malattia, malattia che alla fine ha avuto il sopravvento. Il leader radicale è morto in una clinica di Roma, piegato alla fine dal tumore al polmone e al fegato. Nella sua casa di via Panetteria, a pochi passi dal Quirinale, lo scorso 2 maggio Pannella aveva soffiato 86 candeline tra il calore degli amici e degli affetti che non lo hanno mai abbandonato. Il 6 marzo, per la prima volta in vent'anni, il fondatore del Partito radicale aveva affidato la sua 'conversazione domenicale' su Radio Radicale a qualcun'altro, a causa di un malessere causato da una forte spossatezza, poco più di due mesi e poi l’addio.

RENZI: LEONE DI LIBERTA'. Dopo il diffondersi della notizia della morte del leader dei Radicali in molti hanno voluto ricordare il politico. Il premier Matteo Renzi ha sottolineato: "Vorrei esprimere un grande omaggio a questo combattente, a questo leone della libertà che è stato Marco Pannella" . Addolorato anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "Leader controcorrente, mai legato al potere". Emma Bonino, compagna politica di una vita, lo ha ricordato su Radio Radicale: "Credo che Marco mancherà a tutti, a questo Paese e persino agli avversari, perché penso che gli riconoscano la sua forza, la sua invettiva". Lamentando però come Pannella non abbia avuto in vita i riconoscimenti adeguati, "nessuno glieli ha mai attribuiti", ha aggiunto l'ex ministra degli Esteri.  

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Assemblea nazionale "C'è una nuova proposta"

Grasso: "Comandato da D'Alema? Sarò io a guidare Liberi e Uguali"

Il presidente del Senato risponde a Matteo Renzi che lo ha paragonato a Fini

PD - Sit in del Partito democratico sotto la sede dell?Agcom

Fatturazione ogni 4 settimane: stop per legge, ma le Telco vanno avanti

AgCom e Parlamento sono intervenuti, ma le compagnie telefoniche continuano a proporli. Per i consumatori un danno da un miliardo all'anno

Manifestazione contro lo Ius Soli

Sit-in di Salvini contro lo Ius soli: "Cittadinanza a fine percorso, no regalo elettorale". Protestano i migranti

Il comizio a Santi Apostoli tra i sostenitori e le associazioni contro il leader del Carroccio

Matteo Renzi ospite di Porta a Porta

Renzi: "Non faremo un governo con Berlusconi. Grasso e Boldrini sulle orme di Fini"

Il segretario dem all'attacco: "La contesa per il primo partito è tra noi e M5S". E sui presidenti delle Camere: "Ogni voto a Liberi e uguali è regalato alla destra"