Venerdì 20 Luglio 2018 - 14:00

Cdp, c'è l'accordo sulle nomine: l'ad sarà Fabrizio Palermo. Fumata bianca dopo il vertice a Palazzo Chigi

Sbloccato l'impasse. Di Maio: "L'intesa è un'ottima notizia". Tria incassa la nomina desiderata al Tesoro: Rivera nuovo dg

Camera dei Deputati - Voto di fiducia al governo Conte

Sbloccato l'impasse sulle nomine, in particolare quelle di Cdp. Nel corso del vertice a Palazzo Chigi tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il vicepremier Luigi Di Maio, il ministro dell'Economia Giovanni Tria e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, è stato trovato l'accordo sulle nomine per i vertici di Cassa depositi e Prestiti. Il nuovo amministratore delegato dovrebbe essere Fabrizio Palermo.

L'intesa è "un'ottima notizia", ha esultato Di Maio, che prima del vertice aveva detto: "Stiamo cercando di trovare il migliore ed è chiaro che il nostro obiettivo è trovare il migliore. L'importante è che tutto quello che facciamo sia un compromesso al rialzo e non al ribasso".

Sul capitolo Tesoro Tria incassa la nomina desiderata. Secondo quanto si apprende da fonti parlamentari, il nuovo direttore generale dovrebbe essere Alessandro Rivera.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, Toninelli: "Vertici Autostrade si dimettano, multe da 150 milioni"

Il ministro dei Trasporti duro su Facebook: "Attivate tutte le procedure per l'eventuale revoca delle concessioni"

Genova, da Baroni (M5S) tweet contro grandi opere, poi lo rimuove. Web insorge: "Sciacallo"

Bufera sul deputato pentastellato. Pd: "Usa la sciagura per fare propaganda"

Vertice tra i 'big' del governo: "Impegno su debito". Scende lo spread

Telefonata tra Conte, Di Maio, Salvini e Tria. Il differenziale Btp-Bund in calo dopo aver toccato quota 278 punti base

Marco Minniti alla festa de L'Unità di Torino

Tav, Esposito: "Perino vs M5S? Pd stani grillini con una mozione"

L'ex senatore dem esorta il suo partito a mettere Toninelli "nella condizione di dover votare un documento al di là della propaganda"