Sabato 14 Gennaio 2017 - 12:15

Abu Mazen: Su riconoscimento Palestina altri seguano Vaticano

Abbas ha inaugurato l'ambasciata palestinese presso la Santa Sede

Il presidente palestinese Abbas in visita in Vaticano

Il presidente palestinese Abu Mazen ha inaugurato l'ambasciata palestinese presso la Santa Sede. Prima, Abu Mazen è stato ricevuto dal Papa, con il quale ha avuto un colloquio di 23 minuti. Papa Francesco ha accolto Abbas salutandolo in spagnolo: "Mi fa piacere riceverla". "Anche io sono contento di stare qui", la risposta del suo interlocutore. Appena seduti alla scrivania, il Papa ha fatto un gesto con la mano, come a dire: "Sento delle cose che mi arrivano". Poi la presentazione dell'entourage del presidente palestinese - una delegazione di 10-15 persone - tra le quali un uomo che ha detto al Papa di essere sposato con una donna argentina e ha fatto una battuta sul San Lorenzo, la squadra del cuore di Francesco, prima di donargli una maglia di calcio con i colori della Palestina. 

Nel momento dello scambio di doni, Abbas ha presentato al Papa cinque regali: un'icona antica con il volto di Gesù, una pietra del Golgota presa dalla chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme, un dvd con la documentazione sulla ristrutturazione in atto della basilica della Natività, un libro dal titolo "Palestine and the Holy See" sulle relazioni diplomatiche tra i due Paesi e un'icona dorata della Sacra Famiglia. Il Papa, a sua volta, ha donato al presidente della Palestina la medaglia dell'Anno giubilare appena trascorso e "due miei scritti; sull'amore e la famiglia e sulla custodia del creato", cioè l'Amoris Laetitia e la Laudato si' in arabo. L'incontro di oggi avviene dopo l'avvio dell'Accordo globale tra la Santa Sede e lo Stato di Palestina del 26 giugno 2015 e contestualmente all'apertura dell'ambasciata di Palestina presso la Santa Sede, che verrà inaugurata oggi dal Papa e dal presidente palestinese - subito dopo l'udienza - in via di Porta Angelica, a due passi dal colonnato di San Pietro.

"La Santa Sede ha riconosciuto completamente la Palestina come Stato indipendente e spero che altri Paesi seguano l'esempio del Vaticano e riconoscano lo Stato palestinese", ha detto Mahmoud Abbas, davanti alle telecamere.

In merito ipotesi del presidente eletto Donald Trump di trasferire l'ambasciata americana in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme, Abbas ha dichiarato: "Quello che diciamo è che se questa sarà la decisione, non aiuterà la pace e speriamo che non accada".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Venezuela, sommossa in carcere: almeno 37 morti, 14 feriti

Venezuela, sommossa in carcere: almeno 37 morti, 14 feriti

Avvenuta a Puerto Ayacucho, il numero dei morti rappresenta il 40% del totale rinchiuso

Firenze, licenziato da ditta spedizioni ruba merce: arrestato

Firenze, licenziato da ditta spedizioni ruba merce: arrestato

Fermato anche il complice. Avevano studiato a puntino il loro piano

Bannon: Non c'è soluzione militare a minacce Pyongyang

Bannon: Non c'è soluzione militare a minacce Pyongyang

Interviene il consigliere del presidente degli Stati Uniti Donald Trump

Scandicci si stringe alla famiglia di Niccolò Ciatti. L'omicida: "Ho fatto cosa orribile"

Scandicci si stringe alla famiglia di Niccolò Ciatti. L'omicida: "Ho fatto cosa orribile"

"Dobbiamo essere forti anche quando le telecamere si spegneranno", ha detto il sindaco Fallani entrando nella chiesa gremita