Giovedì 17 Novembre 2016 - 09:00

Abe oggi a New York: primo leader straniero a incontrare Trump

Visita del primo ministro giapponese negli Stati Uniti

Abe oggi a New York: primo leader straniero a incontrare Trump

Il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, incontrerà oggi a New York il presidente eletto statunitense Donald Trump, con l'obiettivo di sottolineare la necessità di una stretta alleanza sulla sicurezza, hanno riferito fonti ufficiali nipponiche. Si tratterà del primo leader straniero a incontrare il repubblicano dopo le elezioni dell'8 novembre. La riunione avverrà su richiesta del governo giapponese. Abe arriverà a New York alle 10 locali (le 16 italiane) e vedrà il presidente eletto nella Trump Tower. Tokyo ha fatto sapere che il giapponese sottolinearà l'importanza dell'alleanza Usa-Giappone per garantire la stabilità nella regione Asia-Pacifico, di fronte anche alle minacce della Corea del Nord e alla potenza militare della Cina.

 "Voglio costruire una relazione di fiducia con Trump e lavorare mano nella mano per la prosperità e la pace nel mondo", ha detto Abe prima di partire per gli Stati Uniti. Durante la campagna elettorale, il repubblicano ha minacciato di ritirare le truppe americane da Giappone e Corea del Sud a meno che essi paghino per la presenza militare.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Uragano Maria devasta Portorico

Uragano Maria, diga a rischio crollo: villaggi evacuati a Porto Rico

La diga si trova nella regione di Quebradilla

Attentato metro Londra, arresti a Newport

Londra, 18enne incriminato per attentato Parsons Green

Altri tre sospettati, uomini di rispettivamente 25, 30 e 17 anni, restano in custodia

Brexit

Theresa May a Firenze sulla Brexit: "Lasciamo la Ue non lasciamo l'Europa"

Rassicurazione agli italiani che vivono in Gb: "Vogliamo che restiate da noi". Poi l'ammissione: "Non ci siamo mai sentiti della Ue"

Uber accused by police

Regno Unito dice basta a Uber: licenza non rinnovata

Il motivo: "Mancanza di responsabilità aziendale con potenziali conseguenze sulla sicurezza pubblica". E l'azienda fa ricorso