Giovedì 19 Maggio 2016 - 12:45

A Treviso convegno su concorrenza e antitrust con Pitruzzella

Relatori da tutto il mondo per fare il punto sulle evoluzioni del mercato

Treviso, XII Convegno Antitrust

Oltre 40 relatori da Paesi di tutto il mondo, dagli Stati Uniti al Belgio, si ritrovano a Treviso per discutere, ai massimi livelli, sui temi della concorrenza e del mercato. Nella città veneta si tiene il convegno 'Antitrust fra diritto nazionale e diritto dell'Unione europea', organizzato dallo studio Rucellai & Raffaelli. L'evento, giunto alla sua XII edizione, conta oltre 250 iscritti ed è ospitato dal 1992 con cadenza biennale dalla Fondazione Cassamarca di Treviso, presso la Casa dei Carraresi. Ad aprire i lavori è l'intervento del presidente dell'Antitrust, Giovanni Pitruzzella. Il numero uno dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato avvia un dibattito che vede alternarsi rappresentanti delle Authority internazionali, magistrati, attori del mondo accademico e responsabili di uffici legali di imprese del calibro di Pirelli, Eni, Enel e Disney. A portare la voce di Bruxelles, diventata negli ultimi anni sempre più importante per il via libera alle fusioni tra grandi gruppi, sono previsti Guillame Loriot e Carles Esteva Mosso, esponenti degli uffici europei per la Concorrenza, che fanno capo alla commissaria Ue, Margrethe Vestager.

Per relatori e partecipanti il convegno è l'occasione per confrontarsi sugli effetti dell'innovazione tecnologica, con l'arrivo sul mercato di nuovi soggetti - come il servizio di noleggio auto con conducente Uber o quello di accoglienza in case private Airbnb - che abbattono i costi per i consumatori ma pongono importanti questioni di legittimità. Inoltre verranno chiariti i compiti di Authority europea e nazionale, alla luce degli ultimi sviluppi normativi. Tra gli altri temi, l'evento può essere la platea giusta per Pitruzzella per fare il punto sul cosiddetto 'Rating di legalità', il certificato introdotto per le imprese operanti in Italia con una legge del 2012. Si tratta di una valutazione di carattere etico può essere richiesta dalle aziende all'Antitrust e facilita l'accesso a finanziamenti pubblici e al credito bancario.

Il convegno, considerato da molti 'l'Ambrosetti dell'Antitrust', èpatrocinato dalla Union des Avocat Europeen (UAE), dalla Associazione Italiana per la Tutela della Concorrenza (LIDC), dalla Associazione Italiana dei Giuristi d'Impresa (AIGI), dalla European Company Lawyers Association (AEJE-ECLA), dall'Associazione Antitrust Italiana e dal Centro di eccellenza Jean Monnet dell'Università degli studi di Milano.

Scritto da 
  • Lorenzo Allegrini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

PD - Sit in del Partito democratico sotto la sede dell?Agcom

Fatturazione ogni 4 settimane: stop per legge, ma le Telco vanno avanti

AgCom e Parlamento sono intervenuti, ma le compagnie telefoniche continuano a proporli. Per i consumatori un danno da un miliardo all'anno

Euro sign seen at former ECB headquarters in Frankfurt

La PA italiana paga a oltre 100 giorni. Deferita alla Corte Ue

A tre anni dalla prima denuncia, situazione deprecabile. Il pubblico deve alle aziende circa 64 miliardi

Milano, presidio contro mamma licenziata da IKEA

Istat, aumentano gli occupati. Ma sono a tempo determinato

Occupazione in crescita, ma qualitativamente discutibile. Diminuiscono gli "scoraggiati"

AUT, Jahresrückblick 2017

Volano i bitcoin. La criptomoneta elettronica vale 12mila dollari

Il loro valore continua a salire. C'è timore di una bolla che potrebbe esplodere, ma anche la possibilità che salgano ancora