Mercoledì 02 Novembre 2016 - 17:45

A Calais anche i bimbi non accompagnati lasciano la 'giungla'

Si tratta di bambini in fuga da Paesi poveri, instabili o in conflitto, come Afghanistan, Sudan o Eritrea

A Calais tutti i bimbi non accompagnati hanno lasciato la 'giungla'

 La Francia ha completato il trasferimento dei 1.616 minorenni non accompagnati che si trovavano nell'accampamento di Calais, che sono stati spostati in alcuni degli oltre 400 centri di accoglienza temporanei Cap che si trovano in tutto il Paese. Lo riferisce a Efe una fonte ufficiale. Nei centri temporanei le autorità francesi avvieranno le procedure per verificare se i bambini hanno le condizioni per chiedere asilo al Regno Unito. Si tratta di bambini in fuga da Paesi poveri, instabili o in conflitto, come Afghanistan, Sudan o Eritrea. Secondo la fonte, la maggior parte dei minorenni non accompagnati da adulti non intende chiedere asilo in Francia perché la loro aspirazione è piuttosto di attraversare la Manica ed entrare legalmente in territorio britannico per unirsi ai parenti.

Scritto da 
  • LaPresse/Efe
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Donald Trump è persona dell'anno per Time - Foto tratta dal profilo Twitter della rivista

Trump è persona dell'anno per Time: Ha rotto regole

"È un grande onore, significa molto", ha commentato il tycoon dopo la notizia della nomina

Trump: Vendute tutte le azioni a giugno. E cancella ordine Air Force One

Trump vende tutte le sue azioni e cancella ordine Air Force One

Il conflitto di interessi è uno degli argomenti ricorrenti contro il neo presidente eletto

Brexit, capo negoziatore Ue: Accordo con Londra entro ottobre 2018

Brexit, capo negoziatore Ue: Accordo con Londra entro 2018

Barnier precisa: "Ci saranno meno di 18 mesi per negoziare"