Martedì 01 Agosto 2017 - 10:15

Msf: "Continueremo a lavorare in mare. Non sappiamo come"

Parla il direttore generale Gabriele Eminente: "Rifiutata la polizia a bordo perché sulle nostre navi non possono esserci armi"

Catania, arrivo migranti morti recuperati da Medici senza frontiere

"Continueremo a lavorare nel Mediterraneo, anche se non è chiaro come". Nella puntata di oggi di Agorà Estate - Rai3, Gabriele Eminente, direttore generale di Medici Senza Frontiere, ha spiegato il perché della mancata firma sul codice di condotta sui salvataggi in mare: "Non abbiamo accettato il codice perché non tutela il nostro lavoro e poi c'è già la legge internazionale che regolamenta il tutto. Andremo avanti, ma al momento non ho capito cosa comporterà questa mancata firma".

Rispondendo alle domande di Serena Bortone, Eminente ha poi affermato che MSF: "non ha problemi a fornire i dati e collaborare con la guardia costiera, tanto che l'anno scorso siamo stati noi a proporre per primi un intesa su questo fronte, ma non possiamo permettere che salgano sulle nostre navi delle persone armate. È una cosa che non permettiamo in nessuno dei Paesi nei quali operiamo"

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Il "cavallo morente" simbolo della Rai in Viale Mazzini

Nomine Rai, Salini in pole per diventare ad. Più vicina intesa M5S-Lega

L'ex direttore di La7 è il più quotato per la nomina. A discuterne, per i Cinquestelle Spadafora con la supervisione di Davide Casaleggio. Per il Carroccio c'è Giorgetti

Matteo Renzi ospite a Porta a Porta

Pd, Renzi 'indisponibile' a confronto con Di Maio. Gentiloni e Zingaretti attesi a Ravenna

La festa dell'Unità si terrà in Emilia dal 24 agosto al 10 settembre. È già polemica sull'invito al vicepremier pentastellato

Governo, festa M5s. Grillo suona la campanella

Beppe Grillo compie 70 anni. M5S lo omaggia: "Paziente 0 che ha diffuso virus"

Il fondatore del blog scherza su Twitter: "Vi aspetto su Marte per il Movimento 6 Stelle! Siamo oltre!"

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio