Venerdì 28 Luglio 2017 - 18:00

La Corea del Nord lancia un altro missile. Ammarato in Giappone

Il premier Abe ha convocato una riunione urgente del Consiglio di sicurezza. Lancio rilevato anche dal Pentagono

La Corea lancia un nuovo missile

La Corea del Nord ha lanciato un missile, che è possibile sia ammarato nell'area di competenza del Giappone. È quanto ha annunciato il premier giapponese, Schinzo Abe, anticipando che sarà convocata una riunione del Consiglio di sicurezza nazionale.

Secondo quanto riporta l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap, citando come fonte l'esercito di Seul, si tratterebbe di un missile balistico, lanciato dalla provincia settentrionale coreana di Jangang e che sarebbe ammarato al largo della sua costa orientale. Sempre stando all'agenzia Yonhap, il lancio è avvenuto alle 23.41, le 16.41 ora italiana

Anche il Pentagono ha rilevato il lancio. È quanto riferisce il portavoce, capitano Jeff Davis.

È insolito l'orario serale scelto per il lancio. Anche il presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, ha indetto una riunione immediata del Consiglio di sicurezza nazionale. Secondo quanto fa sapere il governo giapponese, il volo del missile sarebbe durato circa 45 minuti.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont: "Il peggior attacco dalla dittatura di Franco"

Dura la reazione del governatore dopo il commissariamento della regione

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Avanza il partito xenofobo Spd che vuole uscire dall'Ue, crollano i socialdemocratici del Cssd

Barcellona, in migliaia manifestano contro il governo

Catalogna, Rajoy destituisce Puigdemont. In 450mila scendono in piazza a Barcellona

Il governo di Madrid applica l'articolo 155 della Costituzione: ora la palla passa al Senato

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Poche ore fa il sito Politico citava fonti ufficiali secondo cui il presidente aveva in programma di bloccare la pubblicazione, ma il nuovo tweet smentisce questa versione